Si è conclusa felicemente anche la giornata che il Centro Giovanile ha dedicato ai giochi a squadre e denominata "Notte prima dell'Estate". Più di 70 tra ragazzi e ragazze hanno partecipato all'iniziativa, che si è conclusa con una "rinfrescata" generale, oltremodo necessaria dopo la giornata di caldo afoso e della quale non si finirà mai di ringraziare l'ancora sconosciuto ideatore.

L'esperienza del Centro Giovanile, che si è conclusa domenica scorsa per riprendere (almeno si spera) nel prossimo mese di settembre è da considerarsi sicuramente positiva. I ragazzi hanno riscoperto (ma per molti di loro è stata una vera e propria "scoperta") l'Asilo delle Suore come luogo di incontro domenicale per stare insieme, giocare, divertirsi. Ma il successo principale, a mio avviso, va visto nell'ostinazione con la quale i genitori che si sono impegnati sono riusciti a portare avanti l'iniziativa senza farsi intimorire dalle difficoltà. Nata quasi per scommessa, o per sfida,  il progetto di riaprire il Centro Giovanile ha rivelato quanta voglia di aggregazione e di voler fare c'è in giro, quanto si possa restare "soddisfatti dentro" nonostante si perda tanto tempo, un po' di denaro e si mettano da parte altre cose importanti. L'esperienza del Centro Giovanile è servita anche a conoscersi e ad apprezzarsi, perchè non è nelle belle parole e nel "voler fare" che si rivela realmente ciò che uno "è", ma solo nel "fare" concreto e quotidiano. Personalmente sono sinceramente contento e soddisfatto di aver partecipato a questa iniziativa e di poter dire " ... io c'ero!"