Archivio notizie

 

 

Bella , la piazza del mio paese, fissata e codificata nella memoria come luogo simbolo di un'epoca che non c'è più, ma non per questo meno vera e significativa proprio come il primo amore che non si scorda mai…e più mi sforzo di evocare riandando con la memoria a quei tempi e a quell'ambiente più esso mi appare ricco di una umanità di vita, oggi quasi del tutto perduta.

Ho conservato gelosamente questa foto per diversi anni e non l'avevo mai pubblicata. Mi ricorda l'età giovanile e i suoi ardori, la passione politica che pervadeva i nostri tempi e quel partito che tanto ha contribuito alla mia crescita culturale ed umana.

Il tarantino Palmisano e la barese Colucci trionfano  nell’«Invaso Pappadai». Palmisano ha battuto la concorrenza di 250 atleti che hanno attraversato lo scenario mozzafiato del lungo bacino perimetrale dell’invaso più grande d’Europa; opera questa progettata per contenere fino a 20 milioni di metri cubi d’acqua provenienti dalla Basilicata. Claudio Palmisano, della Taranto Sportiva, si è aggiudicato il 4° trofeo podistico «Invaso Pappadai – Città di Monteparano» dedicato quest’anno, alla memoria di Francesco Pignatelli, atleta tarantino scomparso prematuramente all’età di 38 anni per un male incurabile.

Giovanni Miola (nella foto all'arrivo), dell' AS Marathon Club Statte, ha vinto il 3^Trofeo Invaso Pappadai,svoltosi questa mattina a Monteparano. Al secondo posto Leonardo Leggieri, dell'Amatori Atl. Acquaviva, davanti a Leonardo Pizzi (ASD Silhouette di San Giorgio Jonico). La gara femminile è stata vinta da Ilenia Colucci (Atletica Locorotondo), che ha preceduto Marisa Russo (ASD Marathon Massafra) e Liliana Gentile (Body Angel).