A Ciro Ante ... altro uomo d'altri tempi

 

Anche il Sindaco Ciro Ante, il "maestro" Ciro Ante, ci ha lasciato. E' stato il Sindaco dei momenti difficili, l'unico Sindaco ad essere stato eletto per tre volte consecutive. Il Sindaco che pavimentò per la prima volta la piazza, che fece costruire la scuola elementare, che fece costruire il primo palazzo municipale. Il Sindaco di tante prime volte. Il Sindaco più giovane del nostro paese (fu eletto la prima volta a soli ventisette anni), il Sindaco rimasto in carica per più tempo (tredici anni e mezzo). 

Ma Ciro Ante è stato anche il maestro di tante generazioni di monteparanesi, uno dei simboli della nostra scuola elementare insieme a Gaetanino Grassi e Michele Ruta, il maestro che ha continuato la sua opera di educatore per tanti anni ancora dopo il pensionamento, con la sua cortesia, le sue buone maniere e la sua affabilità "d'altri tempi". Ci ha lasciato anche un grande tifoso juventino, uno che ti faceva ricordare che il calcio è lo sport più bello del mondo se vissuto serenamente. Ciro se ne è andato in silenzio, senza creare molta confusione, con una riservatezza sorprendente per chi in passato è stato spesso al centro dell'attenzione. Ma Ciro Ante era soprattutto questo, una persona riservata, che ha vissuto una seconda lunga vita lontano dai riflettori senza alcun disagio. Incontrarlo per strada, sempre vestito a modo, con l'eterno giornale sotto il braccio, con il suo sorriso e il suo saluto educato e riverente per tutti era una cosa che riempiva il cuore. C'era poca gente oggi a salutarlo, come c'era poca gente due anni fa a salutare Michele Ruta. Eppure entrambi meritavano un pochino di attenzione in più, se non proprio riconoscenza meritavano almeno il rispetto che si erano guadagnati in tanti anni. Invece è triste pensare che questo paese non rispetta i suoi figli. Non erano nati a Monteparano ma avevano dato tutto per questo paese.<br />In tema di ricordi e di memoria, anche Ciro Ante, come Ciro Massaro, merita di essere ricordato. Leggo nel Forum che gli si vuole titolare la sezione UDC. Per quanto possa contare il mio parere condivido la proposta, ma ritengo che l'Amministrazione Comunale possa farsi carico di ben altro. Ciro Ante costruì la prima scuola elementare di Monteparano e la titolò ad Alcide de Gasperi, in quella stessa scuola ci ha insegnato per tutta la vita. Forse sarebbe il caso di lasciare a De Gasperi tutte le altre scuole che gli hanno dedicato in giro per l'Italia, di riprenderci la nostra e di segnarci sopra, ad imperitura memoria, il nome di "Ciro Ante". O anche gli si potrebbe dedicare un'aula speciale, come spesso accade in tanti altri Comuni d'Italia. Per l'azione svolta da un educatore, questa sarebbe la più degna forma di rispetto.